IL MILAN SEMBRA BEAUTIFUL

Sembra Beautiful, in realtà è il Milan. L’estate rossonera di certo non è iniziata all’insegna della calma piatta, anzi: tra vicende societarie e sentenza Uefa, ogni giorno una puntata nuova  e colpi di scena.

Ieri sera le cronache newyorkesi raccontavano di una fumata bianca imminente tra il club e Rocco Commisso: il Milan sta per diventare a stelle e strisce. Anzi no, quando è ora di andare a dormire, arriva quello che per molti tifosi rossoneri non è stato vissuto esattamente come un augurio di buonanotte e sogni d’oro. Yonghong Li ha fatto sapere di avere a disposizione i 32 milioni di euro da restituire al fondo Elliott: tradotto si tiene il Milan e non ha più fretta di venderlo. Scontata l’irritazione dell’italo-americano Commisso che ha posto un nuovo ultimatum a Li, che scadrà stasera. In tutto questo, gli altri pretendenti sperano di poter dire la loro: su tutti la famiglia Ricketts. Altri colpi di scena non sono ovviamente da escludere.

La serata di ieri è stata animata anche dal blitz milanese di Al Khelaifi, patron del PSG: cena a base di linguine allo scoglio e parmigiana di melanzane in un ristorante di Milano. Abbigliamento casual, come testimoniano le immagine esclusive realizzate dalla nostra redazione. I parigini trattano l’acquisto di Gigio Donnarumma, che ha accettato di dividere la porta con Buffon. Ristorante in Brera, quartier generale anche dello stesso portiere milanista: le parti smentiscono, ma la trattativa è ben avviata e i titoli di coda sono già pronti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here