Ergastolo annullato per l’ex primario della Clinica Santa Rita di Milano, Pierpaolo Brega Massone. La Corte d’Assise d’appello ha riqualificato il reato da omicidio volontario a omicidio preterintenzionale in relazione a 4 morti sospette in sala operatoria condannandolo a 15 anni di reclusione. Ridotta la pena anche all’altro imputato, il vice di Brega Massone, Fabio Presicci la cui condanna passa da 24 anni e 4 mesi a 7 anni e 8 mesi. Massone e Presicci erano già stati condannati rispettivamente a 15 anni e 8 anni 6 mesi, in un procedimento parallelo con al centro 80 lesioni ai danni di altrettanti pazienti. Il processo d’appello bis era nato dalla decisione della Cassazione nel giugno 2017 di annullare con rinvio a nuovo processo di secondo grado la condanna all’ ergastolo dell’ex primario contestando la volontà di uccidere e quindi il dolo da parte di Massone e dell’ altro coimputato. Oggi quindi la decisione della Corte d’ Appello di Milano.

<<…>>

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here